/ News  / 6 cose che non sapevi sugli animali da cortile

6 cose che non sapevi sugli animali da cortile

Spesso gli animali da cortile nascondono molti lati che non vediamo, o di cui siamo semplicemente all’oscuro. In questo articolo ne abbiamo raggruppate sei che potrebbero esservi sfuggite.

    1. Le galline sono in grado di autoposizionarsi all’interno della gerarchia per avere accesso al cibo. Hanno un vero e proprio linguaggio fatto di vocalizzi e mimiche che servono per comunicare diverse tipologie di informazioni. Questo dimostra la loro autocoscienza e la consapevolezza degli altri.
    2. I tacchini vivono in gruppi piuttosto grandi e possono riconoscere e ricordare centinaia di membri dei loro stormi. In natura si spostano su grandi distanze sotto la guida di un esemplare maschio dominante. Quest’ultimo ha il compito non solo di guidare i compagni, ma anche di comunicare all’intero gruppo eventuali pericoli e il momento giusto per scappare.
    3. Come altri animali, le anatre si aiutano costantemente. Per esempio, se vedono una volpe sulla riva di uno stagno, si ammassano tutte assieme e non appena quella inizia a camminare la seguono dall’acqua. Fanno tutto questo per attirare l’attenzione delle altre nelle vicinanze e informarle della presenza di un predatore.
    4. Le oche sono estremamente protettive le une con le altre. Quando in una coppia una delle due si ammala o viene ferita, spesso l’altra si rifiuta di lasciarla a rischio della propria vita, rinunciando anche alla migrazione se è inverno.
    5. Costretti a vivere in tristi gabbie negli allevamenti, i conigli selvatici sono invece abituati a costruirsi enormi tane sotterranee. Scavano sistemi di gallerie con numerose entrate, incroci, camere e tane a fondo cieco. Questi labirinti vengono ampliati ed estesi di generazione in generazione, si tratta quindi di cantieri sempre in espansione.
    6. Quando una gallina cova nel nido che si è costruita, chiamerà i pulcini che sono ancora dentro le uova, e questi pigoleranno in risposta. Una volta usciti dal guscio riconosceranno la sua voce.

     Accetto le regole  privacy